Diagnosi precoce per il cancro al pancreas: l’importanza della prevenzione

Diagnosi precoce per il cancro al pancreas: l’importanza della prevenzione

Diagnosi precoce per il cancro al pancreas: l’importanza della prevenzione

Le cellule produttrici di insulina nel pancreas del topo (fonte: Jakob Suckale, Istituto Paul Langerhans, Dresda)

Le cellule produttrici di insulina nel pancreas del topo (fonte: Jakob Suckale, Istituto Paul Langerhans, Dresda)

Sono diecimila le persone colpite ogni anno in Italia dal http://oceanadesigns.net/envira_album/marble-color/ tumore al pancreas ma secondo uno studio, pubblicato sulla rivista order Pregabalin online Clinical Cancer Research, e messo a punto dal Tastylia (Tadalafil) Purchase 20 MG Barts Cancer Institute della Queen Mary University di Londra, basta un test sull’analisi delle urine per individuarne le fasi iniziali. Un metodo semplice, rapido, economico ma soprattutto non invasivo.

Un vero e proprio vantaggio per la prevenzione di una delle tipologie di neoplasie più letali, in quanto diagnosticata nell’80% dei casi solo in fase avanzata, quando è impossibile intervenire con un’operazione chirurgica, non presentando sintomi nella fase iniziale della malattia.

Si stima che il tasso di sopravvivenza a cinque anni, in tale stadio, è solo del 3%. Il test, quindi, permette non solo di diagnosticare il tumore nella fase iniziale, bensì anche di riconoscere i casi di pancreatite cronica, spesso diagnosticati con mezzi diagnostici specifici, come la TAC.

Lo studio in questione è stato condotto su 192 pazienti, aventi tumore al pancreas, di cui 92 con pancreatite cronica e 87 volontari sani, esaminando ben 488 campioni di urina. Per validare il test, successivamente, sono stati esaminati 117 campioni di individui con tumore al fegato o affetti da problemi alla cistifellea e colecisti.

Ne consegue quindi che nei soggetti affetti dalla patologia tumorale la concentrazione di proteine quali LYVE1, REG1A e TFF1 nelle urine è significatamene più alta rispetto a quella degli individui sani o con pancreatite cronica.

A breve, come sottolineano i ricercatori, tale metodo potrebbe essere disponibile per l’uso clinico in soggetti ad alto rischio, quali fumatori, individui obesi, diabetici aventi più di cinquant’anni.

Da non sottovalutare, quindi, l’importanza della prevenzione tramite visite medico-specialistiche, nei casi sopra indicati, oppure all’avanzare dell’età. Per questo, la Cooperativa Sociale “Serena”, specializzata nell’assistenza sanitaria, sia domiciliare che ospedaliera agli anziani (n.d.r.: in particolare affetti da Alzheimer e Parkinson) offre tra i suoi servizi la presenza di urologi e altri medici specializzati.

Per maggiori informazioni, è possibile chiamare nella nostra sede dal lunedì al venerdì allo 081.767.27.27.

 

Lidia Ianuario

(Riproduzione riservata ©)

Post correlati

Commenti chiusi.

CONTATTI

Sede Operativa
Via Nicolò Garzilli, 44
80126 Napoli (NA)
Telefono: +39 081 7672727
Numero verde gratuito: 800 324328
P.Iva: 08506541211
Mail: info@prontoserena.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.