Barriere architettoniche? No, grazie, con Estate Serena 2015

Barriere architettoniche? No, grazie, con Estate Serena 2015

Barriere architettoniche? No, grazie, con Estate Serena 2015

Napoli, Villa Comunale - Emilia, con la figlia (a dx) e l'operatore Roberto (a sx)

Napoli, Villa Comunale – Emilia, con la figlia (a dx) e l’operatore Roberto (a sx)

next
“E uno, e due, e tre!”,
ricordo ancora con un sorriso sulle labbra questo semplice esempio di organizzazione aziendale. Giovane studentessa, con un bagaglio di desideri e tante aspettative, al secondo anno della Facoltà di Economia, corso di Economia Aziendale, all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, allora ancora Istituto Universitario Navale.

“E uno, e due, e… !”, quel ricordo si fa spazio dentro me. Sono le ore 9.30 e gli operatori della buy cheap Pregabalin online Cooperativa Sociale “Serena” buy Lyrica online canada Roberto e Sorin – sono intenti a scendere dal III piano di uno dei tanti appartamenti di Napoli, purtroppo città con ancora tante barriere architettoniche, nonostante la legge 13/1989.

La scala è un po’ stretta, Emilia è disabile, e “da due anni non esce di casa”, afferma Stefania, la figlia. Si ritrova, raggiante, accompagnata anche da Giuseppe, altro operatore della cooperativa, tra un sorriso di Sorin e l’occhio vigile di Roberto, finalmente fuori dalle mura di casa sua.

Il sorriso di Roberto e Sorin, gli operatori del progetto "Estate Serena 2015"

Il sorriso di Roberto e Sorin, gli operatori del progetto “Estate Serena 2015″

Prigioniera: così si sente l’anziana signora, nonostante l’amore e la cura della sua famiglia. Semplici gesti quotidiani, come fare una passeggiata, diventano un sogno o una meta ambita, sogno oggi divenuto realtà.

Il lungomare di Napoli, il luccichio del sole che si riflette sul mare partenopeo – lo stesso che si ritrova negli occhi di Emilia – il verde della villa comunale, anche se ancora in costruzione… questo è l’immagine che ho impressa nel cuore. Credo sia la stessa di Emilia.

Per la nostra amica è tutto speciale. Ogni passante, colore, gesto… tutto assume un nuovo sapore e significato. Anche una semplice chiacchierata, lì, in quel posto che forse vede solo per televisione e da fin troppo tempo.

Terminata la passeggiata, su sedia a rotelle, Emilia saluta gli operatori e richiede quando poter ripetere tale esperienza.

Col progetto “Estate Serena 2015, pronto intervento in città per anziani e disabili”, è possibile donare un momento di serenità a chi, causa l’invecchiamento o la presenza di una disabilità, ha bisogno di un supporto o di una semplice mano da stringere.

Di Emilia ce ne sono tante… giorno per giorno ne racconterò le storie, perché, dalla semplice voce – settimana dopo settimana – ne ho imparato a capirne i desideri, le aspettative, le speranze, la riconoscenza.

Per la Cooperativa Sociale “Serena” - da anni presente sul territorio – questo progetto è solo l’inizio di un lungo iter, insieme alle altre associazioni del territorio, come l’AISM (Asssociazione Italiana Sclerosi Multipla) e l’AIMA (Associazione Italiana Malati d’Alzheimer), a breve in fase di riapertura dopo le ferie estive, e l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

Nuovi obiettivi l’attendono… per ora è riuscita, anche solo per un giorno, ad abbattere le barriere architettoniche: per i miracoli, si sta ancora attrezzando!

Vedi il servizio RAI: http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/basic/PublishingBlock-d2203e2e-1690-4898-839d-f712cdab8eb1-archivio.html#

Lidia Ianuario
(Riproduzione riservata ©)

Post correlati

Commenti chiusi.

CONTATTI

Sede Operativa
Via Nicolò Garzilli, 44
80126 Napoli (NA)
Telefono: +39 081 7672727
Numero verde gratuito: 800 324328
P.Iva: 08506541211
Mail: info@prontoserena.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.